La straniera di Claudia Durastanti: una miscela di coraggio e talento narrativo

In Claudia Durastanti, classe 1984, ho scoperto una scrittrice dalla forte personalità. Nel suo ultimo libro, La straniera, ho trovato una miscela di coraggio e talento narrativo. Il coraggio di raccontare di sé e della propria famiglia ad un’età ancora giovane, quando tutti sono ancora testimoni e il futuro è lì davanti, pronto a smentire….

Continue Reading

L’ombra di mio padre

[Questo è il racconto arrivato terzo al Premio Straparola di Caravaggio lo scorso 26 settembre. Motivazione della giuria, presieduta dallo scrittore Raul Montanari: “Un ragazzino terrorizzato nel sottoporsi al bungee jumping, sotto gli occhi di un padre che non ammette che il figlio possa avere paura; e poi, molti anni dopo, gli stessi personaggi a…

Continue Reading

Tralummescuro di Francesco Guccini: un vecchio, un bambino e un racconto accanto al fuoco

L’autore e il lettore si preser per mano e andarono insieme incontro alla sera. Non a guardare l’immensa pianura, però. C’è da fare salita fino ai 491m di Pàvana, sull’Appennino tosco-emiliano. Lì si potrà sedere accanto al fuoco, un bicchiere di vino in mano (così vorrebbe la mitologia gucciniana), ad ascoltare questa storia. Tralummescuro è…

Continue Reading

La Nuova Zelanda in Trentino. E Toto Cutugno?

Partiamo nella notte, a stomaco vuoto, perché la giornata è stata intensa di preparativi e non ci ha lasciato il tempo per mangiare. La nostra station wagon ha le ruote posteriori infossate nei parafanghi per il carico eccessivo, i bambini salutano i nonni, avvolti nei seggiolini in cui presto si addormenteranno. Laura guida, io seguo…

Continue Reading

I bambini sorvegliati speciali, gli adulti in discoteca

Luglio, Abruzzo. Portiamo i bambini al mare. Anche se non ne abbiamo voglia ci proviamo, se lo meritano dopo un inverno simile. In spiaggia, ombrelloni distanti qualche metro, ma con sotto 5-6 persone. Nessun controllo. Una madre regala un delfino gonfiabile a un bambino sconosciuto. Grato, il genitore del bambino sconosciuto dà al natante una…

Continue Reading

Scrivere un romanzo fatto di racconti: Olive Kitteridge di Elizabeth Strout

Ci sono autori che non hanno problemi a sfornare opere di ampio respiro, gente che siede alla tastiera e senza accorgersene si trova a superare le 400 pagine di manoscritto (il problema per loro è stringere, non perdere la rotta). Ne esistono altri che preferiscono manipolare una materia più esigua e tagliente, che procedono limando…

Continue Reading

L’Alberto – racconto di Davide Re

L’autostrada dei Laghi, che una volta la purtàva i milanés in villeggiatura, la partìss da la metropoli e la pónta drìzz in direziùn dul Monte Rosa. ‘Ndi bèi giurnàa de ciél seren, adès, i pendolari póden vidée la só figùra bianca e negra, bèla granda in mèzz al parabrèzza rosa de l’uràri de turnàa a…

Continue Reading

Quarantena blues #5 – L’ipocrisia del tricolore

Da molte finestre e balconi pendono bandiere tricolore. Il mio vicino, che forse ha un passato da militare, ogni giorno ne issa una su un’asta rudimentale e la lascia sventolare per tutto il giorno. Fa un bell’effetto starla a guardare, sullo sfondo dei monti e del cielo azzurro. Sulle facciate delle case, poco a poco…

Continue Reading

Come si scrive un giallo (e non solo). I consigli di Patricia Highsmith

I migliori maestri sono quelli che non hanno nessuna pretesa di insegnare. Quelli che partono dalla consapevolezza che scrittori non si diventa per una trasmissione di nozioni e tecniche, ma grazie ad un percorso personale, per ciascuno diverso, fatto di talento, una montagna di letture e tanta pratica. E fallimenti. Non aspettatevi, leggendo questo libro…

Continue Reading

La curséta – racconto di Davide Re

Ascolta “La curséta – di Davide Re” su Spreaker. L’era la primavera dul véent. La gent che la parla temé nómm la gh’aveva giamò capì: un ànn bisestìl cunt ul nómm ch’al bufa al sarìa stà sfortunà. Infatti dul més de Febràr l’è sciupàda ona epidemia d’un brüt màl in giir per tucc’ ul mund,…

Continue Reading