Se fossi una casa

Di tutti i posti in cui ho vissuto, per brevi o lunghi periodi, questo è il primo che mi viene in mente se penso alla parola “casa”. Il rifugio in cui, senza troppe paranoie, mi levavo gli stivali infangati, tiravo un sospiro dietro la porta chiusa e mi sentivo subito al mio posto. Si trovava…

Continue Reading

Chicago – Vignate morning blues (l’inverno dove sono cresciuto io)

Ogni tanto faccio pulizia di file dispersi. Su telefoni, schede di memoria, cloud vari che mi avvisano che ho finito lo spazio gratuito a disposizione. Perdo tempo, ma trovo sorprese. Come questa nota di cui non ricordavo, presa alle sei di un mattino di sei anni fa, su un telefono che non ho più e…

Continue Reading

La consapevolezza di avere abbastanza

Tra un soggiorno climatico e una pandemia, è da quasi un anno che viviamo da queste parti, in Trentino. Siamo i fortunati ospiti di una seconda casa che qualcuno ci ha messo a disposizione. Un po’ piccola, ma molto accogliente. Si impara molto vivendo in due stanze spoglie in quattro. Per i vestiti, ad esempio,…

Continue Reading

La Nuova Zelanda in Trentino. E Toto Cutugno?

Partiamo nella notte, a stomaco vuoto, perché la giornata è stata intensa di preparativi e non ci ha lasciato il tempo per mangiare. La nostra station wagon ha le ruote posteriori infossate nei parafanghi per il carico eccessivo, i bambini salutano i nonni, avvolti nei seggiolini in cui presto si addormenteranno. Laura guida, io seguo…

Continue Reading