Scrivere un romanzo fatto di racconti: Olive Kitteridge di Elisabeth Strout

Ci sono autori che non hanno problemi a sfornare opere di ampio respiro, gente che siede alla tastiera e senza accorgersene si trova a superare le 400 pagine di manoscritto (il problema per loro è stringere, non perdere la rotta). Ne esistono altri che preferiscono manipolare una materia più esigua e tagliente, che procedono limando…

Continue Reading

Come si scrive un giallo (e non solo). I consigli di Patricia Highsmith

I migliori maestri sono quelli che non hanno nessuna pretesa di insegnare. Quelli che partono dalla consapevolezza che scrittori non si diventa per una trasmissione di nozioni e tecniche, ma grazie ad un percorso personale, per ciascuno diverso, fatto di talento, una montagna di letture e tanta pratica. E fallimenti. Non aspettatevi, leggendo questo libro…

Continue Reading

L’uso della prospettiva multipla: Mentre morivo di William Faulkner

Una madre muore. Un padre e i suoi figli caricano la bara su un carro e partono per il luogo in cui lei ha chiesto di essere sepolta. Dopo alcuni giorni di guai arrivano a destinazione. Niente di più semplice dal punto di vista della storia, niente di più sfaccettato dal punto di vista della…

Continue Reading

Come smarcarsi da un personaggio negativo: l’esempio di Money di Martin Amis

Ogni autore sulla faccia della Terra deve fare i conti con questo problema: come faccio a non essere identificato con i personaggi delle mie storie? Come faccio a far capire a quel testone del lettore, che magari mi conosce personalmente (la mamma, la zia, il marito…) che il protagonista del romanzo o del racconto non…

Continue Reading